Peni artificiali maschili. Il primo uomo con pene artificiale sta per diventare padre: ha 21 anni | l'messinasenzaponte.it

A letto con un pene finto cosa fare

Snap Immagine: Shutterstock I peni sviluppati in laboratorio saranno disponibili per tutti gli uomini con anomalie o lesioni genitali nel giro di cinque annisecondo un team di scienziati del Wake Forest Institute for Regenerative Medicine.

Io invece non ce lo vedo un uomo a smaniare per infilare qualcosa che non sia se stesso Mi sembra più una fantasia femminile

Se siete scettici sull'argomento vale la pena ricordare che i ricercatori in questione hanno già effettuato dei trapianti di vagine artificiali in donne nate con gravi malformazioni. Nelle sperimentazioni effettuate, i ricercatori hanno realizzato delle "armature" per peni artificiali maschili pene di alcuni conigli immergedo gli organi del donatore in un detergente per ucciderne tutte le cellule vive.

peni artificiali maschili

Questo processo ha portato peni artificiali maschili alla produzione di collagene che è stato poi unito a cellule contenute nel pene del coniglio ricevente. Questo pene realizzato in laboratorio è particolarmente ricco di cellule muscolari e endoteliali, fondamentali per l'erezione.

Peni artificiali maschili coltivazione di cellule e la creazione di questa struttura richiede alcune settimane, ma alla fine i nuovi peni sono stati impiantati nel corpo dei conigli, che in breve hanno riconquistato le proprie abilità sessuali e riproduttive: 12 dei conigli nuovamente dotati sono stati messi in gabbiette con conigli femmine, e nel giro di un minuto hanno iniziato ad accoppiarsi, portando a quattro gravidanze.

peni artificiali maschili

Atala sta diventando un'icona del futuro dell'ingegneria biomedica, soprattutto in seguito alla sua conferenza TED del riguardo ai reni stampati in 3D. Atala è ottimista nei confronti della creazione di peni artificiali umani, che crede saranno disponibili nel giro di 5 anni, ma è consapevole del fatto che ci siano molte questioni da risolvere a riguardo.

peni artificiali maschili

Il processo elaborato dal Wake Forest Institutive, invece, utilizza cellule erettili del donatore, che permettono al ricevente di ottenere o riottenere genitali funzionanti e biologici.

Il trattamento sarebbe di grande aiuto per gli uomini con anomalie congenite o che hanno subito gravi lesioni ed è questo il motivo per cui la ricerca ha ricevuto anche i fondi dello US Armed Forces Institute of Regenerative Medicine.

MOSTRA IL PENE IN LIVEEE

Il trapianto di peni artificiali in questi casi potrebbe essere molto utile.

Potresti essere interessato