Come assicurarsi che non ci sia erezione permanente

come assicurarsi che non ci sia erezione permanente

Si tratta di una condizione più diffusa di quanto di creda — o di quanto si voglia ammettere — poiché ne soffre più della metà degli uomini di età superiore ai 40 anni ne soffre.

come assicurarsi che non ci sia erezione permanente

Ma il dato più preoccupante è che nove milioni di uomini italiani non si recano mai dall'urologo, solo il per cento si sottopone a una visita preventiva e la maggior parte degli uomini attende, più o meno, anni prima di rompere il tabù e rivolgersi a uno specialista. Comprensibilmente, un problema serio, sia dal punto di vista fisico che psicologico, ma che porta con sé tanti luoghi comuni da sfatare.

come assicurarsi che non ci sia erezione permanente

Si tratta, infatti, di una condizione patologica che deve essere adeguatamente trattata, indipendentemente dal fatto che si presenti a 40 o a 90 anni. Tuttavia, la disfunzione erettile non rappresenta un indicatore di maggiore o minore desiderio sessuale; per questo il trattamento clinico è importante, per ripristinare le normali funzioni e garantire una sana vita sessuale.

È accertato che nel 70 per cento circa dei casi, la disfunzione erettile si presenta prima di una malattia coronarica[i].

come assicurarsi che non ci sia erezione permanente

Per questo, ai primi sintomi, è importante rivolgersi a un medico per accertare subito la presenza di ulteriori patologie. Circa il 50 per cento degli uomini degli uomini con questa condizione ne interrompe frequentemente l'assunzione, o lamenta che la pillola non agisca adeguatamente.

come assicurarsi che non ci sia erezione permanente

Potresti essere interessato